lunedì 23 aprile 2012

ZÜRICH MARATHON 2012


Nella settimana precedente alla maratona
ho corso solo 4 volte per un max. di 50' a seduta,
sempre con almeno 3km a ritmo maratona.

Sabato pomeriggio partenza per Zurigo, ho alloggiato per
il week-end dall'amico Nicolino, servito e riverito
in tutti i modi.
Sabato sera dopo cena abbiamo visto "Il Clasico", dove
il mio Barça ha perso la partita.

Domenica mattina inizio della maratona alle 08.30,
subito dietro i professionisti, la partenza fila liscia
come l'olio, non piove temperatura perfetta.
Dopo 4km arriva l'acqua e il vento, l'abbigliamento scelto
mi permette di affrontare questa avversità tranquillamente.
Passo al primo quarto di gara (10.55km) in 40'52'', media 3'53'',
tutto o.k.
Incomincia a piovere.



Si corre verso la parte sud della città, direzione Meilen,
la pioggia aumenta d'intensità, le strade cominciano a riempirsi
di pozzanghere, la temperatura diminuisce, e il vento soffia
di traverso. Verso il km15 succede quello che non dovrebbe succedere,
perdo 25''/30'' per risistemare una stringa, che malgrado il doppio nodo
si era sfilata dalla scarpa, vi lascio immaginare l'incazzatura!
Passaggio alla mezza in 1h 22' 45'', media 3'55'', condizione buona.
Ecco una foto di questo frangente.



Si corrono ancora un paio di km in direzione sud, poi dopo una breve salitella si inverte il senso di marcia, e qui cominciano i guai,
la pioggia non si placa e il vento è contrario, a tratti a folate.
Corro a 3'57''/4'00'', ma il mio passo è pesante, oltretutto
da solo, l'unica nota a mio favore è il fatto di recuperare alcune
posizioni, da 1/4 di maratona alla fine saranno 34.
Il passaggio a 3/4 di maratona (31.65km) è di 2h 05' 09'',
media 3'57''.
Sto per entrare a Zurigo.



La mia falcata comincia ad essere pesante, faccio leva sul
mentale e cerco di limitare i danni.
In prossimità della città, siamo tra i 36 e 37km, esce il sole,
il vento sparisce, il traguardo sembra molto ma molto più vicino,
passo altri atleti e questo per il morale sono iniezioni di fiducia.
In città l'ambiente cambia, il tifo diventa importante, e questo diventa
determinante per le fasi finali, il mio ritmo è di 4'05''/4'07''.
Al km41 mi sembra si sentire un crampo nella coscia destra, gli tiro
"un cartone", questo rientra e mi permette di tagliare il traguardo
in 2h 48' 13'', oggi era impossibile fare meglio, sono contento per
la prestazione finale.
Finire la mia quarta maratona sotto i 4'00'' al km è motivo di grande orgoglio.
Ecco il rush finale.




Ecco alcuni dati della gara:
Primi 21.1km in 1h 22' 45'', media 3'55''.
Secondi 21.1km in 1h 25'28'', media 4'03''.
Piazzamento finale = 61°
Piazzamento di categoria = 8°
Primo quarto di gara = 40'52'', media 3'53''.
Secondo quarto di gara = 41'53'', media 3'58''.
Terzo quarto di gara = 42'24'', media 4'01''.
Quarto quarto di gara = 43'04'', media 4'05''.

12 commenti:

  1. Bravissimo !!!

    P.s. Cambia squadra !!!... (:-))) Hala Madrid !!!

    RispondiElimina
  2. Diego, tifo Barça dai tempi di Quini.

    RispondiElimina
  3. Ogni volta leggere i tuoi commenti è uno spasso ...
    Grande crono !!!
    Saluti Max

    RispondiElimina
  4. Grazie Max e complimenti per la tua gara a Torino.
    Se sei il Max che penso!

    RispondiElimina
  5. Bravissimo Chico, complimenti!
    Tra l'altro, sei pure arrivato secondo tra i 48 ticinesi... preceduto solo dal mitico Stampanoni.

    Sei citato pure qui:

    http://triathletaperpassione.blogspot.com/2012/04/zurich-marathon-per-48-ticinesi.html

    RispondiElimina
  6. mecojoni.... allora è vero che cammini sull'acqua! :))

    RispondiElimina
  7. Come nostro signore, ma non moltiplico niente!!!

    RispondiElimina
  8. YO, proverò con la magia...

    RispondiElimina
  9. Grande, bellissima gara.
    La foto dei 3/4 di gara, descrive molto bene la reazione alle difficoltà.
    Grande grinta, bravo.

    RispondiElimina
  10. Grazie Giuseppe, l'aver fatto delle Ultra aiuta molto...

    RispondiElimina