venerdì 11 marzo 2011

AVEVO IL BACINO "STORTO"



Immagine prelevata dal web.

Vorrei fare una premessa, il sottoscritto è quel tipo
di persona che prima di affrontare un medico, specialista,
o qualsiasi cura, preferisce aspettare che il problema
se ne vada, ma come leggerete in questo post era
meglio affrontare il tutto ai primi sintomi...

Mercoledì scorso mi sono recato dal naturopata,
che appena abbassato i pantaloni mi ha detto che avevo
il bacino "storto" o fuori asse.
Lo stesso specialista ha cominciato a "torturarmi"
i muscoli adiacenti il bacino, cercando di sbloccarli,
non vi dico il dolore, dita che penetravano in
profondità e così via.
Mi ha subito detto: "è normale che tu abbia tutti questi
fastidi, hai una gamba più lunga dell'altra e tutto ciò
lo devi compensare con la muscolatura, con quello che
ne consegue..., il secondo lavoro sarà di rimettere
il bacino in asse".

Lavoro eseguito oggi dall'osteopata, che con 5/6 mosse mi ha
sbloccato e rimesso a posto la geometria.
Seduta nettamente più tranquilla della prima, in questo momento
mi sento sollevato, più libero, più leggero, ecc...
Secondo loro (naturopata ed osteopata) il problema dovrebbe
essere risolto, il tempo me lo dirà!

In questa settimana avrebbe dovuto iniziare la preparazione
per una 100km di metà giugno, 15 settimane di allenamento, 3 cicli
di 5 settimane (4 di carico e una di scarico) con 2 gare di 50km
e una 6ore a far da contorno alla preparazione.
Aspetterò ancora una settimana e se tutto dovesse filar liscio,
non è detto che tenterò questa avventura.

10 commenti:

  1. Per noi che stiamo tanto sulle gambe l'osteopata è fondamentale ! Io vado da Ivan Cereghetti (un mago !)....anche quando non ho niente, almeno mi tiene sotto controllo.

    Chicco: sono contento per te !....A por ellos !!!

    RispondiElimina
  2. Caro Diego, sono andato anch'io da Ivan Cereghetti, persona che di vista conosco da alcuni anni. Comunque hai ragione anche se non si ha niente, ogni tanto vale la pena sistemare le ossa.

    RispondiElimina
  3. stesso problema: dismetria di 10mm.. vorrei trovare un osteopata altrettanto in gamba, ma senza arrivare in svizzera come mi suggerisce diego.... :/

    RispondiElimina
  4. Hai ragione theyogi, la soluzione dovrebbe essere a portata di mano, auguroni.

    RispondiElimina
  5. Ciao Chico, sono contento per te, spero che il problema sia risolto! Dai, che ci vediamo a Bienne! :-) Ieri sono andato a fare l'analisi della corsa (su consiglio medico), e ho acquistato un paio di Brooks Ravenna 2 (da alternare con le Asics Nimbus Gel e le Salomon s-lab). Non le ho ancora provate, vedremo in settimana! Buona domenica

    RispondiElimina
  6. Caro Andrea, dopo la prima uscita mi sembra già di star meglio, speriamo di vederci a Bienne.
    Hai fatto bene a far le analisi per le scarpe da utilizzare.

    RispondiElimina
  7. ragazzi io pure ho l'anca storta,fra l'altro mi ha idotto alla pubalgia---spero di risolvere

    RispondiElimina
  8. Mi puoi dire quanto costa una seduta da Cereghetti?? grazie

    RispondiElimina
  9. Mi farebbe piacere sapere come sono andate le cose con il passare del tempo, il bacino si è assestato oppure è tornato inclinato?? anche io ho lo stesso problema e sono un ciclista, purtroppo questa patologia mi crea un sacco di problemi sulla sella e di conseguenza a livello muscolare. Siccome sono di Forlì (italia), prima di intrappendere un viaggio del genere mi farebbe piacere sapere se ne vale la pena. Grazie ciao Andrea

    RispondiElimina
  10. Anche io ho l'anca storta...mi potete dire che scarpe dovrei usare?

    RispondiElimina